MILANO 24 GENNAIO 2017
Nasce con il suo primo congresso il circolo PD Milano Area Metropolitana Cuore e Critica – Meriti e Bisogni.
L’assemblea degli iscritti ha eletto all’unanimità Massimo Ferlini alla carica di Segretario, Sergio Barozzi alla carica di Garante e Simone Sanna alla carica di Tesoriere.

Sono stati eletti a membri del Coordinamento del Circolo: Sergio Scalpelli, Marco Sala , Alessandro Aleottii e Maria Costa.
Il segretario Ferlini spiega le ragioni della volontà di costituire un nuovo circolo: necessità di dare sostegno al lavoro del Partito Democratico in particolare valorizzando a pieno il periodo del primo governo Matteo Renzi caratterizzato da parte forte spinta riformista.

In particolare sottolineando il valore delle riforme su Mercato del lavoro, scuola, sistema bancario e altre riforme di struttura le quali hanno dato alla politica ruolo che nel tempo si era perso.
Si da atto che le Riforme istituzionali e costituzionali erano supporto a rafforzamento di una straordinaria stagione di riforme: nonostante l’esito negativo del referendum non è cambiata l’esigenza di innovazione del paese per il tramite di una grande riforma del sistema istituzionale
È proprio la vittoria del no, dovuta a errori della maggioranza e dalla saldatura di tutti gli elementi di protesta, che rischia di fare operare un drammatico passo indietro rispetto alla necessità di proseguire nella volontà di riformare il Paese, che spinge ad una sana volontà di assunzione di responsabilità di tutti e che si traduca in impegno, anche pubblico, in questa direzione.

Dunque che fare e perché un nuovo circolo?
Per proseguire su percorso riformista il PD appare come l’ambito politico entro cui svolgere un confronto fra ritorni massimalistici e la costruzione di una forza politica di netto profilo riformatore capace di essere perno per alleanze più larghe.
Per candidarsi a guidare la nuova fase politica tocca al Pd costruire una piena rappresentanza di chi nel paese è interessato a contrapporsi a corporativismi atavici.
È necessario dare voce alle forze positive che ritengono la proattività la base di un nuovo welfare, a chi ritiene la sussidiarietà base per nuove libertà ma anche più stringenti responsabilità nel saldarla con la solidarietà sociale, per tutti i nuovi enti generativi capaci di rilanciare le rappresentanze dei corpi intermedi, per coloro che ritengono la sfida e il sogno di un Patriottismo europeo un passaggio indiscutibile per contribuire a dare un nuovo assetto alle politiche di integrazione mondiale.


Il circolo “Cuore e Critica – Meriti e Bisogni” vuole promuovere su questi temi commenti di confronto partendo dalla ricchezza innovativa che il tessuto sociale milanese ha saputo sviluppare in questi ultimi anni. Non una chiusura localistica ma perseguimento di esempi su ciò che si può fare perché emergano i meriti migliori e i bisogni trovino soddisfazione in un nuovo sviluppo sociale.

Nasce il circolo PD Cuore e Critica – Meriti e Bisogni

Post navigation


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *